Che cos’è la lichenificazione della cute?

lichenificazione

La lichenificazione della pelle è una lesione dermatologica secondaria. Fra di esse ricordiamo le squame, la cheratosi, le croste, le escare, le ragadi, le escoriazioni, le erosioni, le ulcere, le cicatrici, l’atrofia cutanea e infine la lichenificazione. Non pensiate che si tratti di un tipo di lesione che compare solo nell’uomo, anche nei cani si vedono spesso casi di lichenificazione cutanea, soprattutto in caso di dermatiti trascurate, di atopie croniche, di infezioni di vecchia data da Malassezia.

La cronicità della lesione è infatti l’elemento caratterizzante della lichenificazione. La pelle deve essere sottoposta costantemente allo stimolo irritativo per arrivare a lichenificarsi.

In medicina umana la lichenificazione viene definita come un’area cutanea ispessita, finemente desquamata con un disegno cutaneo accentuato che si chiama superficie acciotollata.

Di solito la lichenificazione è provocata da un grattamento cronico, tipico dunque anche qui della dermatite atopica o di tutte le altre lesioni cutanee che provocano costantemente prurito.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>