Neutrofili bassi: quali sono le cause?

neutrofili

I neutrofili sono la categoria di globuli bianchi o leucociti più numerosi nel sangue. Sono definiti polimorfonucleati (insieme ad eosinofili e basofili) in quanto possiedono un nucleo formato da 3-5 lobi uniti da sottili filamenti: il numero di lobi aumenta con l’età, diventano più segmentati, mentre i giovani neutrofili hanno solo due lobi (quando ne hanno solo uno si chiamano Band e sono neutrofili immaturi, di solito immessi in circolo a causa di una grave infezione). Prodotti nel midollo osseo, i neutrofili hanno il compito di inglobare e digerire i microrganismi, le cellule vecchie, i detriti cellulari, rilasciano sostanze pirogeno e chemiotattiche e mediatori chimici della risposta infiammatoria.

Quando nel sangue diminuiscono i neutrofili, si parla di neutropenia. Ecco le principali cause di neutropenia:

  • anemia aplastica
  • tifo
  • paratifo
  • brucellosi
  • farmaci (soprattutto chemioterapici antitumorali)

La neutropenia ha diversi gradi:

  • Neutropenia lieve (1000-1500/mm3): basso rischio di infezione
  • Neutropenia moderata (500-1000/mm3): medio rischio di infezione
  • Neutropenia severa (<500mm3): alto rischio di infezione

Di solito il problema della neutropenia è a monte, quindi si ha ridotta produzione o alterata produzione a livello del midollo osseo o a valle, aumentato consumo in caso di gravi infezioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *