Prurito in testa: cause e cosa fare

Prurito-testa

Un fastidioso prurito in testa? Grattarsi ogni tanto il cuoio capelluto è normale, ma quando il prurito diventa così intenso che ti svegli di notte e scopri che ti stati grattando furiosamente la testa o devi grattarti ogni tre secondi allora significa che c’è qualche problema. Stabilire la causa del prurito in testa è fondamentale anche per poter adottare una terapia mirata: cosa fare se non sai quale sia la causa? Si rischia solo di peggiorare la situazione.

Ecco le principali cause di prurito in testa:

  • Follicolite: provocata da shampoo troppo aggressivi
  • Tigna del cuoio capelluto (tinea capitis): forma micotica che si manifesta con chiazze di colore rosso e con un prurito intenso
  • Psoriasi: squilibrio nel ricambio della pelle che ha come conseguenza visibile la formazione di chiazze sul cuoio capelluto dove non si osserva la ricrescita di capelli
  • Dermatite seborroica: reazione infiammatoria alla proliferazione di un lievito chiamato Malassezia (o Pitysporum Ovale) e che provoca arrossamenti, squame, prurito fino alla caduta della zona interessata
  • Pidocchi: di solito più diffusi fra i bambini
  • Forfora
  • Cute dei capelli secca
  • Dermatite atopica
  • Scabbia

Cosa fare dipende ovviamente dalla causa: se usando uno shampoo specifico o meno aggressivo non si risolve il problema, allora conviene fare una bella visita dal dermatologo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *