Allergia ai crostacei: sintomi e come si manifesta

Crostacei

L’allergia ai crostacei è una reazione di tipo immunitario molto diffusa e che si manifesta nei confronti delle proteine contenute in questi animali. Può causare reazioni allergiche molto forti. La cosa curiosa è che non è detto che si sia allergici a tutti i pesci: solo alcune specie possono causarci problemi e altre no. Di solito le specie di pesci che causano maggiori reazioni allergiche sono: trota, salmone, merluzzo, sardina, aringa, pesce spada, tonno, halibut e spigola.

Fra i crostacei e i molluschi, invece, i più allergenici sono granchio, aragosta, gambero, ostrica, voncola, cozza, capasanta, calamaro e lumachine di mare. I sintomi dell’allergia ai crostacei e ai pesci sono:

  • cutanei: orticaria, prurito, ispessimento cutaneo
  • gastrointestinali: nausea, dolore addominale, diarrea
  • respiratori: dispnea, testa che gira, asma
  • shock anafilattico

L’unica terapia valida per le allergie alimentari è quella di eliminare del tutto dalla dieta l’alimento allergizzante. Fate particolare attenzione ai cibi commerciali, imparate a leggere attentamente le etichette e occhio ai fritti nei ristoranti: l’olio di cottura spesso viene riciclato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *