Sangue dal naso: cause e cosa fare

Sangue-dal-naso-Karolina-Kostner

Cosa fare in caso di sangue dal naso? Quali sono le cause dell’epistassi o rinoraggia? L’epistassi può colpire a tutte le età, ma è frequente soprattutto nei bambini. Di solito il sanguinamento dal naso avviene dalla parte anteriore delle fosse nasali, raramente da quella posteriore (ma negli adulti la tendenza si inverte, soprattutto sopra i 60 anni). Ma perché a volte ci sanguina il naso senza un evento traumatico scatenante?

Queste sono le cause principali di epistassi:

  • trauma: dita nel naso, soffiare il naso con troppa forza, fratture del naso, contusioni, interventi chirurgici, variazioni intense di pressione atmosferica
  • esposizione prolungata al sole o soggiorno troppo lungo in ambienti troppo caldi
  • rinite (sia da classico raffreddore che allergica), sinusite, influenza
  • polipi nasali
  • neoplasie, granulomatosi di Wegener
  • vestibolite
  • cardiopatie
  • diabete
  • emofilia
  • epatopatie
  • ipertensione arteriosa
  • leucemia
  • nefropatie
  • ipovitaminosi K, alcolismo, farmaci anticoagulanti o uso di aspirina

Ma cosa fare in caso di sangue dal naso? Prima di tutto bisogna comprimere esternamente la narice incriminata, per 5-10 minuti, tenendo la testa leggermente piegata in avanti e non come sta facendo la nostra Karolina Kostner, ma, poverina, probabilmente non voleva macchiare il ghiaccio e il vestito. Se tieni la testa all’indietro, deglutisci il sangue e in caso di sanguinamento abbondante rischi di soffocare o di vomitare.

Se non funziona, per altri 5-10 minuti si può provare a comprimere le narici applicando anche un impacco ghiacciato alla radice del naso o al limite un fazzoletto imbevuto di acqua fredda. Se ancora non si ferma, bisogna subito contattare un medico. Attenzione anon introdurre tamponi nelle narici, perché appena rimossi potreste scatenare nuovamente l’emorragia. Ovviamente se il sangue dal naso è provocato da un trauma cranico, bisogna immediatamente avvertire il medico o correre al Pronto Soccorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *