Sudorazione notturna: che cos’è e come curarla

sudorazione-notturna

Oggi andiamo a parlare di sudorazione notturna, la cui definizione scientifica è iperidrosi. E’ una patologia non grave, ma abbastanza fastidiosa che colpisce soprattutto i maschi e i bambini, ma che è frequente anche nelle donne. La sudorazione notturna può coinvolgere tutto il corpo o solo ascelle, mani e piedi. Le cause della sudorazione notturna sono diverse e può essere anche la spia di una malattia più seria.

Le cause di sudorazione notturna sono di solito così distinte:

  • fattori endocrinologi: diabete mellito, ipertiroidismo
  • fattori psicologici, fra cui stress e ansia
  • fattori alimentari, fra cui pasti troppo ricchi di zuccheri e grassi alla sera, alimentazione con cibi piccanti o salati, alcol
  • malattie infettive, fra cui HIV, influenza e mononucleosi
  • patologie cardiache, fra cui insufficienza cardiaca e ipertensione arteriosa
  • problemi digestivi
  • menopausa, associata alle vampe di calore
  • gravidanza

I sintomi della sudorazione notturna sono abbastanza semplici da individuare: vi svegliate di notte, madidi di sudore, ma al contempo infreddoliti. E non dipende dalla temperatura della stanza. Attenzione anche alla sudorazione notturna nei bambini, provocata da rigurgito, dieta errata, febbre, sogni turbati nella fase rem.

Ovviamente la terapia della sudorazione notturna dipende dalla causa, per questo in caso di sudorazione notturna bisogna fare una serie di accertamenti e rivolgersi subito al medico in modo da stabilire il prima possibile le cause e adottare una terapia adeguata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *