Guanarito: laboratorio americano perde virus letale

Zygodontomys-brevicauda

L’Ombra dello Scorpione di Stephen King è diventato realtà: da un laboratorio americano è scomparsa una fiala del virus Guanarito, virus letale di cui nessuno sa praticamente niente. Inutile dire che in America è ormai allarme, anche perché il virus si trovava in un bio-laboratorio governativo, il National Laboratory all’Università del Texas a Galveston. A dire il vero non si sa ancora se la fiala contenente il virus Guanarito sia sparita o se sia stata presa da qualcuno.

A quanto pare esistono al mondo solo cinque fiale del virus mortale Guanarito. Il virus è di origine venezuelana e provca febbri ed emorragie sottocutanee e negli organi interni. Non esiste cura e la mortalità arriva al 20%. In molti paragonano il virus Guanarito all’Ebola. Il virus in Venezuela è passato dai roditori all’uomo: finora si registrano centinaia di casi, fra cui molti moti.

L’Ufficio per la ricerca sulla Difesa biologica è subito arrivato a Galveston, nel Texas e le prime ipotesi riguardano il fatto che la fialetta sia stata rotta per errore. Questo virus fa parte degli Arenavirus e provoca emorragie sistemiche. I roditori sono reservoir del virus. Il Guanarito provoca la febbre emorragica venezuelana: il suo serbatoio è lo short-tailed cane mouse o Zygodontomys brevicauda.

Ovviamente le autorità rassicurano tutti, non ci sarebbero rischi di un’eventuale epidemia, però ti viene da pensare quando succedono simili cose: in questi laboratori la sicurezza dovrebbe essere al primo posto, una cosa del genere non dovrebbe succedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *