Orzaiolo cura: rimedi naturali e terapia dell’orzaiolo

orzaiolo-cura

Orzaiolo cura: qual è la terapia migliore in caso di orzaiolo? Meglio usare una medicina tradizionale o un rimedio naturale? Ed esistono rimedi naturali per la cura dell’orzaiolo? Prima di tutto scopriamo cos’è l’orzaiolo. Trattasi dell’infiammazione acuta delle ghiandole sebacee che si trovano alla base delle ciglia. L’orzaiolo può formarsi sia sul bordo esterno della palpebra, quando colpisce la ghiandola di Zeis, sia il bordo interno, quando interessa la ghiandola di Meibomio.

Il classico sintomo dell’orzaiolo è il rigonfiamento della palpebra, accompagnato da dolore che aumenta alla pressione. A volte si ha la sensazione di avere un corpo estraneo nell’occhio, mentre nei casi gravi si arriva ad avere la febbre.

La terapia dell’orzaiolo di sicuro non prevede di schiacciarlo, stesso consiglio dato in caso di brufoli: in questo modo si allarga l’infezione. Quando l’orzaiolo cronicizza, si deve trattare come un calazio, tuttavia sta all’oculista decidere quale sia l’approccio migliore. In linea generale se l’orzaiolo tende a ricomparire più volte, ecco che si usano pomate oftalmiche specifiche a base di antibiotico, ma devono essere prescritte da un medico.

Classici rimedi della nonna per l’orzaiolo sono gli impacchi di camomilla o il cotton fioc bagnato nell’olio di oliva e passato sull’orzaiolo. Altri rimedi naturali, sono gli impacchi caldi che aiutano la maturazione del pus contenuto al suo interno, lasciato per massimo 15 minuti per due volte al giorno, possibilmente senza ustionarsi. E per prevenire l’orzaiolo, ricordatevi di rimuovere sebo e trucco tutte le sere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *