Extrasistole, cosa sono e cause

Extrasistole

L’extrasistole è un battito anomalo del cuore, in quanto origina dal ventricolo e non dal nodo senoatriale. Questi battiti sovrannumerari modificano al normale frequenza cardica e in alcuni casi chi ne soffre può avere la sensazione di aver saltato un battito. Ogni tanto può capitare di avere un’extrasistole e non c’è da preoccuparsi. Più grave il caso in ui le contrazioni ventricolari premature sono frequenti o associate a una pre esistente patologia cardiaca.

Prima di parlare di cause delle extrasistole, dobbiamo vedere come funziona normalmente il cuore. Il cuore è formato da quattro cavità: due atri e due ventricoli. Normalmente il battito cardiaco è regolato dal nodo senoatriale, una zona formata da cellule specializzate che si trova nell’atrio destro. Dal nodo senoatriale l’impulso elettrico che causa il battito cardiaco viaggia attraverso gli atri e arriva ai ventricoli, facendoli contrarre e pompare il sangue.

L‘extrasistole è un insieme di contrazioni premature che iniziano nei ventricoli, anticipando di solito il battito normale e interrompendo il ritmo cardiaco, in quanto normalmente gli atri battono prima dei ventricoli. Questi battiti prematuri sono meno efficaci nel pompare il sangue nell’organismo.

Le cause di extrasistole sono:

  • squilibri chimici
  • ernia iatale
  • reflusso gastroesofageo
  • farmaci (soprattutto quelli contro l’asma)
  • alcol
  • droghe
  • abuso di caffeina
  • esercizio fisico
  • ansia
  • malattie cardiache
  • ipertensione

Ma ci sono anche dei fattori predisponenti alle extrasistole:

  • caffè
  • alcol
  • fumo
  • esercizio fisico
  • pressione alta
  • ansia
  • infarto
  • coronopatie
  • malattie cardiache

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *