Malaria: scoperto un nuovo ceppo di plasmodio resistente ai farmaci

Malaria

E’ stato identificato un nuovo ceppo di plasmodio della malaria resistente ai farmaci. Sono stati gli scienziati della University of Oxford a fare la preoccupante scoperta pubblicata poi su Nature Genetics. Questo nuovo ceppo di plasmodio è saltato furi dalla Cambogia occidentale: è una forma geneticamente modificata dei ceppi soliti che girano per il mondo. E’ un problema non da poco, in quanto questo plasmodio resiste all’artemisina.

L’artemisina è il farmaco di elezione nella lotta contro la malaria. In realtà un primo caso di malaria resistente all’artemisina era stato identificato nel 2008, poi il problema si era diffuso anche in altre zone del Sud Est asiatico.

Il guaio è che l’artemisina è attualmente il farmaco più potente contro la malaria, quindi è indispensabile che i ricercatori capiscano al più presto il perché della mutazione di questo ceppo di Plasmodium falciparum.

Olivio Miotto, il coordinatore di questo studio, ha messo tutti in guardia: “Tutti i farmaci più efficaci che abbiamo avuto negli ultimi anni, uno a uno, sono stati resi inutili dall’abilità del parassita di mutare e sviluppare resistenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *