Temperatura corporea bassa, quali sono le cause?

Ipotermia-temperatura-corporea-bassa

Quali sono le cause e i sintomi dell’ipotermia? Andiamo a vederli insieme. Innanzitutto si definisce ipotermia la temperatura corporea basale che scende al di sotto dei 35°, considerato che è normale dai 36 ai 37°. Al di sotto dei 35° cuore, cervello e organi in generale non riescono a funzionare correttamente e se la situazione di ipotermia persiste, si rischiano danni permanenti. Ma cosa può causare la temperatura corporea bassa?

Prima di tutto bisogna distinguere fra ipotermia primaria o accidentale e ipotermia secondaria. Nel primo caso, la causa è l’esposizione accidentale a basse temperature, per esempio se rimaniamo esposti troppo tempo alla pioggia fredda o sotto la neve. In questo caso il corpo disperde più calore di quanto riesce a produrne. Occhio che in caso di neonati o anziani con gravi patologie, anche una casa troppo fredda o mal riscaldata può portare all’ipotermia.

L’ipotermia secondaria, invece, è provocata da diverse malattie:

  • ipoglicemia
  • trauma cranico
  • ictus
  • tumori cerebrali
  • morbo di Addison
  • insufficienza ipofisaria
  • morbo di Parkinson
  • sindrome di Wernicke da carenza di vitamina B1
  • sindrome di Saphiro o ipotermia periodica spontanea
  • lesioni del midollo spinale
  • intossicazioni (barbiturici, alcol, fenotiazine, monossido di carbonio)
  • malnutrizione
  • sepsi

Per quanto riguarda i sintomi di ipotermia, variano a seconda della gravità della stessa:

  • ipotermia lieve (32-35°): brividi, tachicardia, polipnea, vasocostrizione, aumento della minzione, confusione mentale, ipoglicemia
  • ipotermia moderata (28-32°): diminuzione dei brividi, bradicardia, confusione mentale, vasocostrizione, pallore diffuso, cianosi delle estremità
  • ipotermia grave (20-28°): assenza di brividi, rigidità muscolare, bradicardia, all’ECG presenza dell’onda di Osborn, ipotensione, bradipnea, confusione mentale, impossibilità di camminare, amnesia, oliguria, fibrillazione
  • ipotermia profonda (sotto i 20°): incoscienza, segni vitali quasi assenti, edema polmonare, arresto cardiaco, morte (quest’ultime due evenienze possono accadere anche negli altri stadi di ipotermia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *