Acetone nei bambini: quanto dura, rimedi e sintomi

bambino-patatine-fritte

Acetone nei bambini: quanto dura? Quali sono i sintomi? Qual è la terapia e quali sono i rimedi? E come modificare la dieta dei piccoli per evitare questa alterazione tipica dell’infanzia? L’acetonemia o chetosi, meglio nota come acetone nei bambini, è un’alterazione metabolica che si sviluppa in un bambino quando, dopo aver bruciato tutti gli zuccheri, inizia a prendere l’energia necessaria bruciando i grassi: quindi fondamentalmente l’acetone nei bambini è la risposta dell’organismo ai livelli bassi di glucosio, quindi tecnicamente non è una malattia vera e propria.

Di solito l’acetone nei bambini si ha nella prima e nella seconda infanzia, tende a ridursi avvicinandosi ai 12 anni e scompare del tutto con la pubertà. Le cause più frequenti di acetone nei bambini sono:

  • episodi ricorrenti di febbre alta (la febbre accelera il metabolismo e consuma rapidamente le scorte di zuccheri)
  • dopo vomito frequente o digiuno prolungato
  • emozioni intense
  • dopo uno sforzo fisico notevole
  • dopo aver mangiato troppi cibi grassi, fra cui salumi, formaggi, merendine, cioccolato, patatinediabete

Questi invece sono i principali sintomi di acetone nei bambini:

  • vomito
  • mal di pancia
  • malessere generale
  • lingua asciutta e patinata
  • mal di testa
  • occhiaie
  • alito che sa di frutta matura, in quanto l’acetone viene eliminato per via renale e polmonare

Queste crisi durano 24-48 e iniziano e finiscono abbastanza rapidamente. Per quanto riguarda la terapia dell’acetone nei bambini, bisogna instaurare una dieta priva di grassi e ricca di zuccheri e acqua. Il bambino deve subito essere reidratata con the, spremute, Coca Cola e succhi di frutta, per ripristinare le scorte di glucosio. Ecco che allora l’organismo smette di utilizzare i grassi e cominciano a riusare i zuccheri. Una volta usciti dalla crisi, bisogna correggere l’alimentazione del bambino, riducendo i grassi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *