La marijuana previene il diabete mellito?

marijuana

A quanto pare la marijuana servirvirebbe per prevenire l’insorgenza del diabete mellito. Uno studio congiunto dell’University of Nebraska, dell’Harvard School of Public Health e della Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston ha scoperto che chi utilizza regolarmente marijuana ha un basso livello di insulina nel sangue, fattore che aiuta a prevenire lo sviluppo del diabete di tipo 2. Lo studio è stato effettuato tramite analisi su 4657 volontari.

Chi fa uso di cannabis, ha l’insulinemia più bassa del 16% rispetto a chi non la usa e hanno una minor probabilità di sviluppare insulinoresistenza. Il problema è che questo effetto si riduce notevolmente in coloro che avevano consumato marijuana da più di 30 giorni, a significare che questo effetto preventivo funziona solo se si assume regolarmente la cannabis.

Inoltre è stato confermato che chi assume cannabis, introduce 600 calorie in più rispetto alla media, ma ha una circonferenza addominale minore. Che tradotto vuol dire che chi fuma spinelli tende a essere più magro, per qualche motivo non ben chiarito.

Ovviamente lo scopo di questo studio non è certo quello di incoraggiare le persone ad usare la marijuan, in quanto è vero che la cannabis ha alcuni effetti positivi per l’organismo umano, ma ne ha anche tanti di negativi: aumento del rischio di osteoporosi, QI più basso, alterazioni del DNA, dipendenza. Lo scopo è quello di chiararire il meccanismo che porta a questo effetto beneficio, in modo da cercare di riprodurlo artificialmente, eliminando però gli effetti collaterali della cannabis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *