In Gran Bretagna un uomo crede di essere uno zombie, ma è solo affetto da una malattia rara

Zombie

Non solo zombie televisivi e cinematografici, non siamo sul set di The Walking Dead o di World War Z con Brad Pitt, ma nella realtà. In Gran Bretagna un uomo affetto da una malattia rara è convinto di essere uno zombie. Nove anni fa, il signor Graham si svegliò convinto di essere uno zombie. Si muoveva, parlava, ma lui si era persuaso di essere morto o non morto o definite la situazione come volete. In realtà si tratta della sindrome di Cotard, nota anche come Sindrome Walking Corpse.

La Sindrome Walking Corpes fa sì che chi ne soffra si convinca che parti del suo corpo non esistono più: Graham ha deciso che a non esistere fosse il suo cervello, per lui era morto. Graham era affetto da una grave forma di depressione che lo spinse al suicidio mettendo un apparecchio elettrico nella vasca da bagno.

Ovviamente non morì, ma lui si convinse che il suo cervello era morto, tanto da affermare: “Quando ero in ospedale ho continuato a dire ai medici che le compresse non mi avrebbero fatto nulla perché il mio cervello era morto. Ho perso il senso dell’olfatto e del gusto. Io ero morto nella vasca da bagno. Non avevo bisogno di mangiare, o parlare, o di fare qualsiasi cosa. Ho finito per passare il tempo nel cimitero perché lì mi sentivo più vicino alla morte”.

Immaginate quanto sia stata dura per i medici e gli infermieri convincere il povero Graham che era effettivamente vivo, mentre lui continuava a sostenere di essere morto. Adesso con la terapia pare che l’uomo stia lentamente migliorando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *