Tubercolosi in Valdera: per il sindaco la situazione è sotto controllo

tubercolosi

Il sindaco di Pontedera rassicura tutti sul caso di tubercolosi in Valdera: il bambino di 9 anni che ha contratto la malattia è monitorato e tutte le persone che sono venute a contatto con lui saranno sottoposte allo screening, per cui la situazione è sotto controllo. Niente allarmismo dunque, però si tratta pur sempre di tubercolosi, quindi è lecito aspettarsi un po’ di trepidazione dalla popolazione italiana, visto e considerato che questa malattia da noi era quasi scomparsa.

Simone Millozzi, sindaco di Pontedera, ha così dichiarato: “Seguo costantemente la vicenda e con attenzione, ho ricevuto tutte le rassicurazioni e pur mantenendo il giusto riserbo sull’episodio posso dire che non ci sono motivi di allarme e di preoccupazione. Si tratta di eventi purtroppo non rarissimi: sono stati 45 i casi di tubercolosi in provincia di Pisa registrati l’anno scorso. Ciò dimostra, dicono le autorità competenti, che il ‘microrganismo è ubiquitario ed i presidi terapeutici rendono la malattia aggredibile e curabile'”.

Ovviamente le autorità sanitarie stanno prendendo tutte le precauzioni possibili per evitare che il contagio si diffonda: ad essere monitorati saranno in primis tutti coloro che sono entrati a contatto con il bambino, quindi genitori, compagni di scuola e insegnanti.

Attualmente il bambino è ricoverato all’ospedale Meyer di Firenze, ma la domanda sorge spontanea: lui da chi l’ha presa? Non può certo essere il paziente 0. Immagino che le autorità competenti stiano seguendo anche questa pista, visto e considerato che chi ha contagiato il bimbo potrebbe facilmente contagiare anche altre persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *