Sindrome di Reye: cause e sintomi di questa malattia

sindrome-di-reye

La Sindrome di Reye è una malattia acuta, spesso mortale che colpisce tendenzialmente solo i bambini. Provoca steatosi epatica ed encefalopatia acuta a seguito di un’infezione virale durante la quale si sono assunti farmaci a base di acido acetilsalicilico (l’aspirina per intenderci). A dire il vero non si conosce la causa di questa malattia, anche perché è vero che spesso sono coinvolte un’infezione virale e l’assunzione di aspirina, ma altre volte no.

In corso di Sindrome di Reye si ha una grave infiammazione con encefalopatia e edema cerebrale, il fegato aumenta di dimensioni, ci sono alterazioni ai reni, ma assenza di ittero. Ecco i principali sintomi di Sindrome di Reye:

  • vomito
  • disidratazione
  • epatomegalia
  • raramente ittero
  • letargia
  • convulsioni
  • paralisi
  • no febbre

Non si conoscono ancora bene le cause della Sindrome di Reye, anche se pare che l’acido acetilsalicilico in soggetti predisposti possa aggravare il danno ai mitocondri degli epatociti. Ecco perché nei bambini e negli adolescenti si preferiscono utilizzare altri antinfiammatori e antipiretici piuttosto che l’aspirina.

Più precocemente viene fatta diagnosi e instaurata una terapia di sostegno, maggiori saranno le chance di guarigione e non dell’evoluzione nella forma fatale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *