Gli agrumi proteggono il cuore grazie alla naringenina

agrumi-cuore

A quanto pare gli agrumi farebbero bene al cuore, proteggendolo dal rischio di ischemia grazie ad una sostanza in essi contenuta: la naringenina. Trattasi di un flavonoide contenuto in tutti i frutti del genere Citrus: questa importante scoperta arriva dal team di studiosi del dipartimento di Farmacia dell’Università di Pisa che hanno recentemente pubblicato i risultati delle loro ricerche sulla rivista Biochemical Pharmacology.

Limone, pompelmo, arancia aiuterebbero a prevenire l’infarto cardiaco. Da sempre si sa che gli agrumi sono ricchi di vitamina C e hanno azione antiossidante, ma adesso i ricercatori hanno scoperto che la naringenina è in grado di interagiore con una proteina presente nelle cellule del miocardio e che attiva un meccanismo di protezione nei confronti delle ischemie cardiache.

C’erano già stati studi precedenti che avevano dimostrato come il consumo abituale di frutta e verdura ricca di flavonoidi diminuisse l’insorgenza delle malattie cardiovascolari. Tuttavia questi studi dimostravano solamente l’azione antiossidante dei flavonoidi.

Adesso si è fatto un passo avanti. Vincenzo Calderone e Lara Testai, autori di questo studio, hanno spiegato: “Anche se finora gli studi sono stati condotti solo su modelli sperimentali, questa scoperta potrebbe avere un concreto impatto nutraceutico e farmaceutico, visto che ancora oggi le patologie cardiovascolari rappresentano la principale causa di morte nei Paesi industrializzati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *