Leishmaniosi nell’uomo: sintomi e cause

leishmaniosi-uomo

In Italia la leishmaniosi colpisce il cane, ma il medesimo flebotomo o pappatacio che punge il cane, ospite definitivo di Leishmania infantum, potrebbe pungere anche noi. Fortunatamente in Italia non abbiamo la grave forma di leishmaniosi viscerale tipica per esempio dell’Africa, però vale la pena conoscerne i sintomi. Negli uomini abbiamo due forme di leishmania: quella cutanea e quella viscerale che colpisce milza, fegato e midollo osseo.

Fra le due forme la più grave è senza dubbio la leishmaniosi viscerale. Ecco i sintomi della leishmaniosi cutanea:

  • protuberanze o noduli che siventano ulcere (lesioni con cratere centrale e margini rilevati)
  • presenza di croste
  • talvolta dolore
  • linfonodi reattivi

Le ulcere cutanee ci mettono settimane o mesi per svilupparsi e tendono a regredire spontaneamente in altrettanto tempo. I sintomi della leishmaniosi viscerale sono:

  • febbre
  • dimagrimento
  • epatosplenomegalia
  • alterazione degli esami del sangue
  • anemia
  • leucopenia
  • trombocitopenia

Per quanto riguarda la prevenzione, bisognerebbe evitare di uscire durante il crepuscolo, ore di maggior attività del pappatacio, indossare se si esce indumenti lunghi, utilizzare gli appositi spray repellenti e dormire sempre protetti dalle zanzariere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *