Ernia iatale: cause, sintomi e terapia

Ernia-iatale

L’ernia iatale è anche nota come ernia gastrica: si tratta in pratica dell’erniazione dello stomaco attraverso lo iato esofageo del diaframma, cosa che comporta il passaggio di una piccola porzione di stomaco dall’addome al torace. Lo iato esofageo è quella fessura del diaframma attraverso cui passa l’esofago nel punto in cui si unisce allo stomaco. Di solito provoca reflusso acido a causa del fatto che lo sfintere esofageo non è in grado di bloccare il reflusso dei succhi acidi dello stomaco.

Ci sono diversi tipi di ernia iatale: ernia iatale da scivolameto o di Tipo 1, ernia paraesofageo o da rotolamento, ernia iatale da esofago corto, ernia di tipo III e ernia di tipo IV (la più grave dove erniano anche altri organi, come milza e colon).

Fattori predisponenti lo sviluppo di un’ernia iatale sono:

  • fumo di sigaretta
  • obesità
  • gravidanza

Ecco i principali sintomi dell’ernia iatale:

spesso asintomatica

  • eruttazione
  • dolore epigastrico e toracico, simile a quello dell’infarto del miocardio
  • pirosi
  • rigurgito
  • asma
  • estrasistole dopo i pasti

Questi ultimi quattro sintomi di solito compaiono quando si ha la complicanza da esofagite da riflusso. Altri sintomi sono:

  • disfagia
  • sensazione di un nodo in gola
  • scialorrea

La diagnosi di ernia iatale di solito la si fa o tramite radiografia con mezzo di contrasto o tramite gastroscopia. La terapia, invece, si basa sull’utilizzo di antiacidi, farmaci che aumentano la pressione dello sfintere, farmaci vasodilatatori e in ultimo si opta per la chirurgia per eliminare l’ernia con anche gastropessi nei casi più gravi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *