Sintomi dell’appenditicite: quali sono?

sintomi-appendicite-dolore

Quali sono i sintomi dell’appendicite? Scopriamolo insieme. Innanzitutto l’appendicite non è un organo: è l’infiammazione dell’appendice ciecale, un organo vestigiale annesso all’intestino che negli umani non serve a nulla, ma che per esempio è molto sviluppato nei conigli. E’ attaccata all’intestino crasso e situata nel quadrante inferiore destro dell’addome. Si tratta di una malattia che colpisce sia gli adulti che i bambini, frequente dai 10 ai 30 anni.

Fra i sintomi dell’appendicite, dobbiamo segnalare soprattutto il dolore addominale, che deve essere il primo campanellino d’allarme. Il dolore di solito è improvviso, spesso ad insorgenza notturna o dopo aver fatto uno sforzo fisico. Il dolore inizia vicino all’ombelico e si propaga poi in basso verso destra. Tende a peggiorare in poco tempo e sembra aumentare quando ci si muove, si tossisce o se si fanno respiri profondi. Attenzione perché il dolore provocato dall’appendicite può essere facilmente confuso con una colica biliare o renale.

Fra gli altri sintomi dell’appendicite ricordiamo poi:

  • nausea
  • vomito
  • inappetenza
  • stitichezza
  • diarrea
  • meteorismo
  • febbre non elevata intorno ai 38°
  • gonfiore addominale
    si ha la sensazione che espellendo le feci, il dolore migliorerà

Come noterete, i sintomi dell’appendicite non sono proprio specifici, ci sono altre patologie che possono causare segni clinici simili:

  • ostruzione intestinale
  • processi infiammatori a carico dell’intestino
  • processi infiammatori dell’apparato riproduttore
  • aderenze intestinali
  • stitichezza

Pensate che l’appendicite è una delle prime cause di addome acuto nell’uomo. Nella patogenesi dell’appendicite pare che grossa importanza abbia l’occlusione del lume, provocata da residui di feci, corpi estranei, parassiti intestinali (ossiuri), iperplasia del tessuto linfatico in corso di infiammazioni acute o croniche, aderenze.

In caso di appendicite, bisogna intervenire subito: considerate che non sempre l’appendicite è ad insorgenza cronica, ma esiste anche un’appendicite acuta fulminante che esita in peritonite, con possibile lacerazione dell’intestino. Qui l’intervento chirurgico deve essere immediato e rapido, onde evitare un’evoluzione rapidamente fatale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *