Gran Bretagna: torna da un viaggio in Perù con larve carnivore nell’orecchio

larve-carnivore

Non è un film horror, ma la realtà. Una ragazza inglese di 27 anni è tornata da una vacanza in Perù con un orecchio in cui si erano annidate otto larve carnivore. Le larve in questione si erano installate nel suo orecchio, scavato un cunicoli di 12 millimetri e arrivate a poca distanza dal cervello: il rischio era quello di provocare una meningite o una paralisi dei nervi facciali. A dare la notizia sono state le agenzia stampa della Gran Bretagna.

I guai per Rochelle Harris sono iniziati durante il volo di ritorno in patria con sintomi strani, mal di testa e un fastidioso ronzio a quell’orecchio. La mattina dopo ecco che nota del liquido fuoriuscire dall’orecchio e si precipita al Pronto Soccorso.

Immaginate lo sconvolgimento dei medici quando hanno scoperto con loro sommo orrore che la causa del suo malessere erano delle larve carnivore. Il primo tentativo di estrarle affogandole con l’olio d’oliva non ha funzionato, quindi sono dovuti intervenire chiurgicamente.

La ragazza ha poi raccontato che durante il viaggio in Perù, era venuta a contatto con uno sciame di mosche e che una di queste era entrata nell’orecchio, ma pensava che fosse uscita subito visto che il fastidio era immediatamente passato. Le miasi a quanto pare non colpiscono solo i nostri pet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *