Thuya occidentalist omeopatia: a cosa serve e indicazioni

thuya-occidentalis

La Thuya occidentalis o Thuja occidentalis è un rimedio omepatico che deriva da una onifera della famiglia delle Cupressaceae, proveniente dal Nord America. E’ un albero sempreverde, alto anche 15 metri. Detto anche albero della vita o cedro bianco, ha spesso scopo ornamentale. La Thuya ha un effetto calmante sull’umore, senza indurre però sonnolenza. Rilassa nelle situazioni in cui si è agitati o nervosi.

Il tipo Thuya di solito ha la carnagione chiara e soffre di problemi cutanei, come nei, orzaioli e punti neri; inoltre frequentemente presenta fragilità capillare. Per lui i doveri quotidiani sono un onere, spesso è stanco e depresso, lo stress lo consuma, ma sa essere anche un freddo calcolatore. Può essere pignolo e ossessivo.

In omeopatia la Thuya viene utilizzata per le seguenti malattie:

  • Nervosismo e irritabilità
  • Forte impazienza
  • Pessimismo e ansietà
  • Sonno notturno disturbato
  • Mal di testa
  • Emicrania (soprattutto a sinistra)
  • Verruche, nei e macchie cutanee
  • Unghie fragili
  • Vene varicose
  • Sudorazione
  • Stipsi
  • Inappetenza
  • Predisposizione a polipi
  • Cistite
  • Secrezioni vaginali
  • Dolori addominali e mestruali

In associazione a Sulfur 200 ch si usa spesso quando si devono fare delle vaccinazioni: il giorno precedente si assume Sulfur 200 e subito dopo la vaccinazione Thuya 200 ch. Ad opportuni dosaggi e potenze viene utilizzata anche nelle vaccinazioni dei bambini per ridurre gli effetti collaterali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *