Allergia alimentare: ecco la frutta e la verdura più coinvolte

arachide

Quali sono i tipi di frutta e verdura più coinvolti durante le allergie alimentari? La risposta è emersa durante il congresso AAITO, Associazione Allergologi Immunologi Territoriali e Ospedalieri. Qui è stata resa pubblica una ricerca dove è emerso come il 72% delle allergie siano provocate da frutta e verdura, il 13% da crostacei, il 4% da pesce, il 3% da latte, il 3% da uovo e il 2% da cereali. Alla faccia di chi dice che l’alimentazione vegetariana sia la panacea di tutti i mali mondiali.

La proteina maggiormente coinvolta nelle allergie alimentari di origine vegetale è la LIP e la si trova soprattutto nelle pesche, albicocche, prugne, arachidi, noci, nocciole, mai e riso. Inoltre sembra che queste allergie siano più diffuse a Sud.

Gli allergologi lamentano poi la disinformazione e le diete fai da te, totalmente sbagliate: “C’è troppa disinformazione, soprattutto nel campo delle allergie ed intolleranze alimentari. Almeno il 60% dei pazienti hanno praticato cure errate e hanno riscontrato diagnosi diverse da quelle che, da soli, avevano scoperto. Troppe le persone che credono di essere allergiche o intolleranti ad un alimento, e si curano senza aver contattato degli esperti, con una dieta “fatta in casa” che potrebbe provocare disturbi reali, soprattutto nei bambini ed anziani. La presenza del web e dei siti di “counseling on line”, infatti, facilita l’autodiagnosi, ma spesso questa è sbagliata. Il ruolo degli specialisti è essenziale: se si vuole fare economia, è necessario affidarsi a test diagnostici scientificamente validati ed eseguiti da esperti del settore”.

E voi siete allergici a qualche vegetale? Io alle leguminose e alle arachidi, ivi inclusi soia, liquirizia, senape e carrube.

Foto | Rufino_Uribe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *