Mal francese: che malattia è?

Mal-francese-sifilide-treponema-pallidum

Il mal francese è il nome originario della sifilide. Si tratta di una malattia infettiva a trasmissione sessuale provocata dal batterio Treponema pallidum, una spirocheta. Identificato nel 1905 da Fritz Schaudin e da Erich Hoffmann, oltre che per via sessuale anche la madre infetta può trasmetterlo al feto per via placentare provocandogli la sifilide congenita con malformazioni a cute, scheletro, occhio, fegato, rene e sistema nervoso centrale.

Per quanto riguarda il nome di mal francese, dobbiamo risalire alla prima epidemia della storia scoppiata a Napoli nel 1495, a seguito dell’arrivo del re francese Carlo VIII. Quando il suo esercito tornò a nord, ecco che prima diffuse la malattia in tutta l’Italia e poi in Europa, raggiungendo anche l’Oriente.

Ecco spiegato perché in tutta l’Europa la sifilide venne conosciuta con il nome di mal francese, mentre solamente in Francia venne chiamata col nome di mal napolitain. Per il nome sifilide, invece, venne creato dal medico e scienziato veronese Girolamo Fracastoro.

Nella sua opera del 1530 la definisce Syphilis sive morbus gallicus (“Sifilide o il mal francese”), mentre sempre nel medesimo periodo il medico francese Jean Fernel la chiamò Lue, altro nome con cui è conosciuta.

Foto | Isis325

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *