Mal rossino: cause, sintomi e terapia di questa zoonosi trasmessa dai maiali

Maiale-mal-rossino-zoonosi

Il mal rossino può essere o una patologia provocata da un batterio Gram positivo, l’Erysipeolothrix rhusiopathiae che una malattia creata da alcuni ceppi di Streptococco. Nel primo caso, l’Erysipeolothrix rhusiopathiae è un batterio anaerobio facoltativo, bastoncellare. Il Mal Rossino o Mal Rosso è una malattia infettiva, contagiosa caratterizzata da lesioni esantematiche con fenomeni acuti setticemici e lesioni croniche proliferative.

Colpisce i maiali soprattutto fra i 3 mesi e i 3 anni di vita e nei maiali si presenta in tre forme:

  • forma acuta o setticemica: morte improvvisa con setticemia ed aree eritematose
  • forma subacuta: lesioni cutanee romboidali rilevate, scure o violacee
  • forma cronica: artrite ed endocardite

Il serbatoio naturale del mal rossino è il suino che può essere anche portatore sano, ma può colpire anche tacchini, ovini, bovini e delfini. Inoltre il Mal Rossino è una zoonosi, di solito la si definisce una malattia professionale perché colpisce allevatori, macellai e veterinari aziendali e provoca o forme cutanee localizzate o forme generalizzate con setticemia ed endocardite.

Foto | Ramella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *