Sindrome di Kawasaki: cause e sintomi

Sindrome-Kawasaki-lingua

La sindrome di Kawasaki o morbo di Kawasaki o sindrome muco-cutanea dei linfonodi è una forma di vasculite infantile che colpisce le arterire di piccole e medie dimensioni. Purtroppo non si conosce ancora la causa di questa patologia che fondamentalmente colpisce i bambini di età inferiore ai 4 anni, soprattutto intorno ai 2 anni. E’ diffusa un po’ in tutto il mondo e ogni 2-3 anni si hanno dei picchi, soprattutto in primavera e inverno.

Probabilmente è provocata da cause immunomediate e tossinfettive che coinvolgono gli Streptococchi e Stafilococchi. A volte capita che la sindrome di Kawasaki segua a delle malattie virali anche non gravi. Ecco i sintomi della sindrome di Kawasaki:

  • fase acuta febbrile: dura 7-14 giorni. Febbre elevata, anoressia, irritabilità, rash morbilliforme o simile alla scarlattina, prurito, iperemia della congiuntiva, lingua a fragola, croste sulla lingua, cheiliti, linfonodi cervicali dolenti, edema duro di mani e piedi, tumefazioni fusiformi delle dita, eritema delle mani e dei piedi
  • fase subacuta: dura 2-4 settimane. Desquamazione e piastrinosi
  • fase della convalescenza: dura 3 mesi. Solchi ungueali tipici (linee di Beau)

Le complicanze possono essere quelle di un aneurisma del ramo discendente dell’arteria coronarica sinistra. La malattia tende a risolversi in maniera spontanea, però alcuni tendono a manifestare miocardite, pericardite, infarto, rottura dell’aneurisma, uretrite, artropatie, meningite asettica e ittero. La terapia si basa sulla somministrazione di immunoglobuline e di aspirina.

Foto | Wagnertamanaha

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *