Lebbra nell’uomo: cause e sintomi

Lebbra

La lebbra o morbo di Hansen è una malattia infettiva ad andamento cronico provocato dal micobatterio Mycobacterium leprae che colpisce pelle e nervi periferici. Il bacillo si trasmette solamente tramite contatto diretto e prolungato con pazienti non trattati che eliminano bacilli dalle vie aeree superiori. Fortunatamente già dopo la primissima dose di rifampicina la carica infettante si riduce del 99,99%, in modo che i pazienti che vengono trattati non sono più contagiosi.

Il periodo di incubazione della lebbra dura 5 anni, variabile da pochi mesi fino a 10 anni. La lebbra si presenta in diversi modi e con diversi sintomi, dipende dalla risposta immunitaria cellulo-mediata dell’ospite:

  • forma indeterminata: la forma più benigna; lesione cutanea maculare non rilevata, a margini netti, ipocromica, eritematosa, alopecica
  • forma tubercoloide: macule o placche eritematose, asimmetriche, anidrosi, alopecia, ipoestesia, amiotrofia, ulcere trofiche
  • forma dimorfa (di confine): placche cutanee eritematose
  • Forma lepromatosa (virchowiana): malattia sistemica con macule e noduli o placche. Facies leporina, ispessimento dei padiglioni auricolari, alopecia di ciglia e sopracciglia, cartilagine nasale distrutta, cheratite, irido-ciclite, sterilità, ginecomastia, danno epatico, danno renale, danno neurologico, ulcerazioni, deformazioni e amputazioni delle estremità per necrosi
  • Lebbra diffusa primitiva: eritrodermia, alopecia

Foto | Andre5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *